RPA: Quali sono le origini dell'automazione di processo?

La Robotic Process Automation utilizza un'istanza robotica software per ciascuna workstation virtuale. Il software robot usa i controlli della tastiera e del mouse per svolgere le attività automatizzate. Di solito, quest’ultime sono svolte in un ambiente virtuale, non sono pertanto visibili su schermo. È proprio all'evoluzione delle tecnologie di virtualizzazione che i moderni sistemi di RPA devono la loro scalabilità.

Infatti, prima dello sviluppo di tecnologie complesse si è passati da:

  1. Web Scraping, una tecnica informatica di estrazione di dati da un sito web per mezzo di programmi software. In tal modo è possibile catturare le informazioni presenti su una pagina web estraendo quindi volumi elevati di informazioni. Questa tecnica si concentra più sulla trasformazione di dati non strutturati presenti in rete in metadati che possono essere memorizzati e analizzati in locale in un database
  1. Optical Character Recognition o OCR, un programma dedicato al rilevamento dei caratteri contenuti in un documento e al loro trasferimento in testo digitale leggibile da una macchina.
  1. Text Parsing, un processo che analizza un flusso continuo di dati in ingresso, in modo tale da determinare la correttezza della sua struttura, leggendo i dati non come immagini ma come testi editabili.

Per questo motivo negli ultimi anni è aumentata esponenzialmente la richiesta di RPA. I bisogni delle imprese sono diventati sempre più orientati verso servizi rapidi e veloci visto il mercato altamente competitivo e interconnesso. 

La chiave che unisce queste tecniche è quella dell’emulazione degli imput dell’utente, ovvero la possibilità di simulare le classiche azioni degli utenti come i movimenti del mouse e la battitura dei tasti.

Vuoi scoprire tutte le soluzioni e scegliere quella più adatta a te?